Educazione alla Cittadinanza Globale

Educazione alla Cittadinanza Globale (ECG) è la promozione delle attività di educazione, formazione, informazione e sensibilizzazione per coinvolgere i cittadini nella lotta contro la povertà e gli squilibri economici e sociali.

La necessità di sensibilizzare i cittadini del Nord circa i temi dello sviluppo, della cooperazione e della solidarietà internazionale nasce dalla consapevolezza che una più diffusa conoscenza delle dinamiche sociopolitiche che determinano gli squilibri mondiali sia un elemento indispensabile per contribuire alla lotta contro la povertà, insieme a una maggiore partecipazione della cittadinanza.

Le attività di ECG vengono realizzate da MO.D.A.V.I. attraverso percorsi di educazione nelle scuole e attività sul territorio, che comprendono la formazione,
informazione e sensibilizzazione sui temi degli squilibri tra Nord e Sud del Mondo e attività di sostegno ai migranti.

Progetti

Cooperazione Internazionale

Il MO.D.A.V.I. realizza attività di cooperazione internazionale con il supporto di partner locali e volontari in Sud America, Egitto, Armenia, Africa. Promuovendo la partecipazione dei giovani in progetti di Servizio Civile Universale e promuovendo le buone pratiche anche tenendo conto dell’innovazione tecnologica.

Principali Progetti:

LOS JOVENES DE VILLA BORDEU: EDUCACION PARA EL DESARROLLO DE LA COMUNIDAD

Fonte di Finanziamento: 8×1000 della Chiesa Valdese

Descrizione: Attività formative e di supporto ai giovani e alle madri della comunità di Villa Bordeu (periferia di Bahia Blanca) attraverso la realizzazione di un percorso di formazione multidimensionale: corso di cucito, alfabetizzazione informatica, redazione cv e ricerca efficace del lavoro. Scopo ultimo progettuale è stato quello di invogliare giovani e madri, a continuare gli studi e migliorare le loro conoscenze e skill, poiché senza formazione e senza lavoro è impossibile poter migliorare le proprie condizioni di vita. La formazione è stata svolta sia in aula che in FAD (formazione a distanza su piattaforma e-learnig).

POWERS: Paths for Women Empowerment, Right sand Sustainability

Fonte di Finanziamento: Unione Europea – Programa Erasmus+

Descrizione: Il progetto mira al potenziamento di giovani donne e operatori giovanili con competenze imprenditoriali che favoriscono la loro crescita personale e professionale, aumentando la loro possibilità di contribuire allo sviluppo della società. Il progetto ha coinvolto giovani partecipanti in un Corso di formazione. Successivamente i partecipanti hanno svolto pratiche di job shadowing all’estero presso imprese, imprese sociali e associazioni che di realizzare iniziative proprie grazie ad un piccolo fondo a loro destinato.

SMILE: Support, Mediation, Integration, Learning, Education

Fonte di Finanziamento: Campagna di fundraising “Biblioteche Solidali” – Biblioteche di Roma

Descrizione: Realizzazione di eventi e attività di raccolta fondi per l’allestimento di una biblioteca all’interno della scuola cattolica Effetà Paolo VI di Betlemme che ospita bambini audiolesi. La raccolta fondi ha supportato la realizzazione di biblioteche e l’implementazione delle attività di di promozione culturale e sociale nei Paesi in Via di Sviluppo.

Progetto per la realizzazione di una biblioteca nell’area di Kagaene

Fonte di Finanziamento: Campagna di fundraising

Descrizione: Il MODAVI ha rinnovato il proprio impegno nella Campagna Biblioteche Solidali, promossa dall’Istituzione Biblioteche di Roma, che ha previsto attività di raccolta fondi da destinare alla realizzazione di biblioteche ed attività di promozione culturale e sociale nei Paesi in Via di Sviluppo. Nello specifico, il progetto ha previsto l’allestimento di una biblioteca e la realizzazione di attività di promozione culturale e sociale nella scuola di Kagaene, che è una piccola comunità nelle vicinanze della città di Meru. La scuola, ospita circa 400 bambini della missione cattolica di Padre John, nella quale il MODAVI ha portato avanti anche progetti di cooperazione allo sviluppo. Partner progetto l’associazione italiana Africa Children Onlus e la St. John Baptist – Kagaene Catholic Parish.

Realizzazione di una Cooperativa agricola in Kenya

Fonte di Finanziamento: Roma Capitale

Descrizione: Il MODAVI in collaborazione con l’associazione Africa Children Onlus, ha realizzato una cooperativa agricola nel distretto del Meru per aiutare la popolazione, soprattutto i giovani, ad avviare un’attività redditizia, con la coltivazione di banane e mais. Il progetto ha previsto anche un percorso formativo tenuto dal Ministero dell’Agricoltura di Nairobi, indirizzato a coloro i quali erano impiegati nel settore.

Progetto per la riabilitazione di pozzi d’acqua in Somalia

Fonte di Finanziamento: Regione Lazio

Descrizione: Il progetto, realizzato in collaborazione con l’ONG locale Brothers Maalin, ha previsto il risanamento, la riabilitazione, la ristrutturazione, la sanificazione e l’igienificazione di diciotto pozzi idrici, localizzati nei distretti di Shibis, Karan Nageyela, Karan Wajeer e Yaqshid del Comune di Mogadiscio, costruiti prima del 2000, non utilizzati per mancanza di manutenzione adeguata e regolare. Contemporaneamente, il MODAVI ha promosso il progetto nella Regione Lazio realizzando attività sensibilizzazione territoriale nelle scuole evidenziando la necessità di evitare sprechi di acqua.

Italian Dermatological Centre/IDC

Fonte di Finanziamento: Istituto Nazionale per la Promozione della Salute delle Popolazioni Migranti ed il Contrasto delle Malattie della Povertà

Descrizione: Il MODAVI, in ATI con l’Istituto Internazionale di Scienze Mediche Antropologiche e Sociali, ha gestito il funzionamento del Centro presso l’Ospedale Universitario di Makallè che si è proposto come punto di riferimento per le malattie infettivo-diffusive nella regione del Tigrè. L’obiettivo generale del progetto è stato quello di contribuire al miglioramento delle condizioni di salute della popolazione della regione del Tigrè, attraverso il potenziamento della cura, diagnosi e prevenzione delle malattie infettivo-diffusive a sostegno del servizio sanitario pubblico del distretto di Makallè, con particolare riguardo alla lotta all’AIDS ed alle malattie dermatologiche quali complicanze di patologie preesistenti e trascurate.

Istituto omnicomprensivo Mont Ngafula – Comune di Roma

Fonte di Finanziamento: Roma Capitale

Descrizione: Il progetto ha previsto la realizzazione di un istituto in grado di accogliere fino ad un massimo di seicento studenti, residenti a Kimbondo, nella periferia ovest di Kinshasa, offrendo loro una proposta educativa di qualità e la possibilità di crescere in un ambiente sereno e accogliente. Il coinvolgimento della popolazione locale durante tutta la fase di progettazione, costruzione e gestione dell’Istituto Scolastico ha rappresentato e costituito l’attivazione al processo di appropriazione dell’iniziativa da parte della comunità congolese.

Settimana Italiana della Lingua nel Mondo

Fonte di Finanziamento: Istituto Nazionale

Descrizione: Il MODAVI, in collaborazione con le Biblioteche di Roma e con l’Ufficio Relazioni Internazionali del Comune di Roma, ha partecipato all’organizzazione, nella città di Bahia Blanca, di tre eventi inseriti nelle celebrazioni della Settimana della Lingua Italiana nel Mondo, iniziativa arrivata alla IX edizione, che il Ministero degli Affari Esteri organizza in collaborazione con l’Accademia della Crusca e con l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica. I tre eventi sono stati: “Racconti di Italiani dispersi L’emigrazione italiana nel ‘900” il 19/10/2009, “Cortázar, Calvino e l’Italia”; il 22/10/2009 e “La qualunquesima giornata” il 22/10/2009.

Campo di lavoro internazionale per il Popolo Saharawi

Fonte di Finanziamento: Risorse Proprie

Descrizione: Il campo è stato realizzato a favore della popolazione Saharawi, residente nei campi profughi, vicino a Tindouf, in Algeria. I volontari sono stati impegnati in attività quotidiane di assistenza ai minori.

Biblioteca Campana de Palo

Fonte di Finanziamento: Campagna di fundraising

Descrizione: Il progetto è consistito nella costruzione e nell’allestimento della biblioteca nel quartiere di Villa Bordeu, alla periferia di Bahia Blanca. Con questo progetto il MODAVI ha avviato il proprio impegno nella Campagna Biblioteche Solidali, promossa dall’Istituzione Biblioteche di Roma, che prevede attività di raccolta fondi da destinare alla realizzazione di biblioteche ed attività di promozione culturale e sociale nei Paesi in via di sviluppo.

Gli occhi della Guerra Fonte di Finanziamento: Risorse proprie Descrizione: Il MODAVI ha collaborato alla realizzazione di una mostra fotografica itinerante che ha preso spunto dal libro Gli occhi della guerra, raccontando, attraverso le immagini scattate da tre dei più importati inviati di guerra italiani, i luoghi ed i protagonisti dei conflitti che sono divampati in tutto il mondo negli ultimi venticinque anni. L’ultima sezione della mostra è stata dedicata alla descrizione del Progetto del MODAVI che prevedeva la costruzione di un dispensario sanitario e una struttura di primo soccorso in Africa, nella Repubblica Democratica del Congo. I fondi raccolti nelle varie sedi della mostra, sono stati utilizzati per la realizzazione del dispensario sanitario e della struttura di primo soccorso. Il progetto ha avuto il fine di migliorare le condizioni sanitarie della popolazione locale, i cui drammatici indici di mortalità derivano principalmente dall’assenza di cure mediche di base.
Convoglio Umanitario in Ucraina Il Convoglio Umanitario organizzato dal MODAVI è partito da Roma giovedì 24 marzo 2022, con destinazione la città di Iași, in Romania, per la consegna di medicinali, cibo e beni di prima necessità al centro di accoglienza per rifugiati ucraini, allestito presso il centro culturale “La Răscruce”.
Il materiale, raccolto grazie alla straordinaria generosità degli italiani e delle associazioni della Rete è stato smistato nei centri di accoglienza in Romania e Moldavia e consegnato anche in Ucraina, nelle città di confine che accolgono chi scappa dai bombardamenti e dall’avanzata dell’esercito russo, soprattutto donne, bambini e anziani
La colonna mobile dei volontari ha visitato Iasi e la città di Sighetu Marmatiei, al confine con l’Ucraina, campo di prima accoglienza, per portare conforto e speranza a chi ha dovuto abbandonare le proprie case e la propria terra.
Torna in alto