Eventi

Contro la droga, Viva la Vita

Stamattina in Senato la presentazione della Campagna 2024 realizzata da MO.D.A.V.I APS-RA Il 26 giugno si celebra la Giornata mondiale per la Lotta alla Droga;“Viva la Vita” è la campagna di sensibilizzazione promossa da MO.D.A.V.I. e rivolta a tutte le fasce d’età, per lanciare un messaggio positivo finalizzato alla promozione di una vita vissuta libera dalle droghe. Attualmente l’uso di droghe sintetiche sta aumentando tra i giovani, ed in particolare il drammatico fenomeno del fentanyl sta preoccupando non poco. Eventi culturali e musicali, incontri sportivi e banchetti informativi: sono tante le iniziative promosse su tutto il territorio nazionale che da anni MODAVI porta avanti per lanciare un messaggio chiaro contro ogni dipendenza patologica e dimostrare che l’uso delle droghe non è la soluzione ai problemi della vita, alla stanchezza o alla noia. A presiedere i lavori il Presidente del MODAVI, Francesco Piemonte, il Senatore Antonio Iannone, il Vice Ministro al lavoro e Politiche Sociali, Maria Teresa Bellucci, la Dottoressa Annagiulia Di Trana, Ricercatrice dell’Istituto Superiore di Sanità. “Se negli anni passati il livello di guardia nei confronti del problema droga si era abbassato notevolmente, attualmente l’allerta è tornata alta. L’attivazione del Sistema Nazionale di Allerta Precoce del Governo, lo dimostra. Ed è su questa scia che ci inseriamo anche noi del MODAVI, che da sempre abbiamo fatto della lotta agli stupefacenti uno dei nostri punti cardine. Molte delle nostre iniziative, non a caso, sono e saranno incentrate proprio sui sani e corretti stili di vita, con un’attenzione particolare al fenomeno in questione” – Dichiara Il Presidente del MODAVI Piemonte.

Notizie dal MODAVI

Giornata della legalità a Bahía Blanca

Il 23 maggio è una data molto importante, la strage di Capaci resta uno degli attentati più tragici della storia. A celebrare il ricordo di Falcone, sua moglie e la sua scorta non sarà solo la nostra nazione. La scuola italiana Dante Alighieri, a Bahía Blanca (Argentina), ricorderà l’evento, insistendo sui valori positivi tramandati dagli uomini di legalità. L’occasione vedrà un dibattito sulla mafia di ieri e di oggi, con riflessioni, commenti e notizie. Si partirá ripercorrendo la storia di Falcone e Borsellino, proseguendo sul viaggio di Giovanni Falcone in Argentina e concludendo spiegando il concetto di mafia come fenomeno sociale.Ad organizzare l’evento, in collaborazione con la scuola, il MO.D.A.V.I, già presente sul territorio con attività di cooperazione internazionale e servizio Civile Universale.Interverranno:Vincenzo D’Agostino, volontario MO.D.A.V.I.Maria Soledad Balsas, professoressa universitaria di Buenos AiresBruno Cimati, professore universitario di Bahía Blanca.

Notizie dal MODAVI

Il MO.D.A.V.I. torna nei registri ufficiali dell’AICS

Il Modavi torna nel registro ufficiale dell’AICS (Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo).Un risultato importante per l’Ente che negli anni è riuscito a rafforzare i punti nevralgici di un cammino fatto di passione, lavoro e volontariatoQuest’altro risultato raggiunto si inserisce all’interno di una visione globale che abbraccia vecchie e nuove iniziative in programma in America Latina, Africa e Medioriente.“La notizia arriva all’indomani del mio rientro da un viaggio in Argentina e in Brasile ricco di incontri e spunti per le future progettualità” sottolinea il Presidente Francesco Piemonte, “questo mi fa pensare che stiamo andando nella giusta direzione e che il lavoro e la sensibilità dell’intera rete del MODAVI, potrà portare a risultati proficui anche in ambito internazionale”.

Notizie dal MODAVI

DDL terzo settore: le dichiarazioni del Presidente Piemonte

“Siamo estremamente felici del risultato ottenuto alla Camera in merito al DDL sul terzo settore. Questo di oggi è un importante passo in avanti per il recepimento del Codice e l’adeguamento per gli enti più piccoli che ancora tardano ad entrare nel RUNTS. Le novità contenute nel Disegno di legge, che lasciano intatto il principio di trasparenza ma al contempo semplificano burocrazia e processi amministrativi, permetteranno di affrontare con uno spirito diverso il nostro ambito . Importanti le novità, inoltre, per una maggiore tutela dei i minori e le famiglie. Ancora una volta grazie al Viceministro Maria Teresa Bellucci, che si adopera con dedizione per un ambito delicato e importante come quello in cui operiamo” dichiara Francesco Piemonte, Presidente del MO.D.A.V.I.

Notizie dal MODAVI

DesTEENazione – comunità per combattere il disagio giovanile

Il MODAVI plaude al Governo per l’azione su spazi multifunzionali sicuri Il MODAVI plaude l’iniziativa del Governo sulla creazione di spazi multifunzionali tesi ad agevolare una vita attiva e paritetica per i giovani. E’ stato presentato, infatti, questa mattina al Maxxi, “DesTEENazione – Desideri in azione”, l’Avviso pubblico del ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, che stanzia 250 milioni di euro del Programma nazionale Inclusione e Lotta alla poverta’ 2021-2027, finanziato dalla Commissione europea. “Siamo ben felici di questa proposta.” – commenta Francesco Piemonte, Presidente del MODAVI, Movimento delle Associazioni di volontariato italiano, da sempre esperto di politiche giovanili “L’impegno dell’Ente è incentrato principalmente alla lotta alle dipendenze, al riconoscimento e alla risoluzione delle problematiche che colpiscono le fasce più deboli, alla sostenibilità sociale, con questa iniziativa riusciamo finalmente a vedere un passo decisivo verso situazioni reali che troppo spesso vengono strumentalizzate senza una reale proposta concreta. Crediamo nel lavoro del Governo e che queste comunità possano essere fucine di talenti e risultati che andranno oltre le aspettative. Il terzo settore e i giovani tutti, avevano bisogno di questa iniziativa”. A seguire il bando il Viceministro Bellucci da sempre attenta al benessere dei giovani. Quelli preposti saranno spazi multifunzionali di esperienza per adolescenti (11- 18 anni) distribuiti in tutta Italia e volti a promuovere, nei ragazzi e nelle ragazze, l’autonomia, la partecipazione e l’inclusione sociale. Il MODAVI, ancora una volta, non può che fare un plauso all’iniziativa promossa dal Governo che accende i riflettori sul delicato segmento degli adolescenti con una proposta concreta e lungimirante, dimostrando di conoscere bene il sentiment della “comunità”.

Notizie dal MODAVI

Fentanyl, MODAVI: con l’aiuto del Governo siamo più forti nella lotta alle droghe

Un plauso al Governo ed al Presidente Giorgia Meloni, per il piano di prevenzione contro l’uso del fentanyl, la droga degli zombie.Il MODAVI è da sempre impegnato nella lotta alle dipendenze patologiche, promuovendo progetti e manifestazioni soprattutto indirizzati ai più giovani. Abbiamo sempre creduto nell’attività di sensibilizzazione e contrasto contro le droghe e quest’iniziativa del Governo ci rende orgogliosi e ci sprona a continuare verso il percorso che caratterizza il nostro lavoro da anni.L’Italia si dimostra attenta e incisiva sulla lotta alle dipendenze patologiche, abbracciando le categorie più sensibili al fenomeno.Già causa di numerose vittime negli Stati Uniti, questa droga sintetica non ha trovato ancora ampio spazio nella nostra Nazione, per tale motivo l’operazione messa in atto a livello politico risulta particolarmente interessante e lodevole.

Notizie dal MODAVI

Intervento del Vicepresidente De Laurentiis al Contesteco Experience

Il nostro Vicepresidente Ulderico De Laurentiis, il 9 marzo, è intervenuto al CONTESTECO EXPERIENCE portando l’esperienza del MO.D.A.V.I. in merito alla lotta alle diseguaglianze con particolare focus sulla cooperazione internazionale, ambito in cui l’Ente lavora da anni con particolare attenzione. “La nostra filosofia in merito alla lotta alle diseguaglianze parte da una progettazione condivisa”; inizia così De Laurentiis sottolineando l’importanza dello sforzo di comprendere appieno i bisogni dei beneficiari ed instaurando, fin dalle prime fasi di progettazione, un rapporto bidirezionale e complice dove entrambe le parti (autori e fruitori) assurgono ad un ruolo attivo nell’ideazione e programmazione da mettere in atto. Condividere fin da subito, dunque, con chi è sul luogo, un’analisi relativa  alle esigenze ed i bisogni, senza che le proposte vengano “calate dall’alto”, assecondando una pratica verticale che non appartiene al MO.D.A.V.I.  è questo il modus operandi del team guidato da Francesco Piemonte, neoeletto Presidente dell’organizzazione capitolina, “perché per noi la persona è sempre al centro”. Formazione e sensibilizzazione sono altri punti cari al Movimento delle Associazioni di Volontariato italiano. E’ importante dare gli input necessari per contrastare il problema delle diseguaglianze. “Ognuno deve avere un bagaglio, degli strumenti propri per uscire fuori dalle condizioni critiche” – sottolinea ancora una volta Ulderico De Laurentiis, definendo tali interventi necessari per una vera e propria sostenibilità sociale. Sono diverse le iniziative internazionali che hanno visto operativi esperti del settore e volontari al fine di donare un futuro diverso agli abitanti del luogo. De Laurentiis ne cita alcuni, tra i più significativi, a riprova di un impegno costante e duraturo del MO.D.A.V.I. verso le realtà in difficoltà. Si parte con l’esperienza in Somalia, nel 2010, con una progettualità che ha consentito il risanamento, la riabilitazione, la ristrutturazione e la sanificazione di diciotto pozzi idrici costruiti prima del 2000. Si passa poi al Kenya dove, in collaborazione con l’associazione Africa Children Onlus, l’Ente ha puntato l’attenzione prima su una fase di formazione e poi sulla costruzione di cooperative agricole. Un altro progetto, sempre sullo stesso territorio ha permesso la nascita di una biblioteca e la realizzazione di attività di promozione culturale e sociale nella scuola di Kagaene, una piccola comunità nelle vicinanze della città di Meru. Continuando l’excursus si passa al progetto “Powers” che ha coinvolto l’Italia, la Spagna, il Portogallo ed il Senegal. L’iniziativa è stata incentrata principalmente sul potenziamento delle competenze di giovani donne. Anche qui, dopo una prima fase di formazione, si è puntato sulle competenze imprenditoriali e personali utili allo sviluppo della società. Sempre nell’ambito della crescita e sostenibilità sociale, il MO.D.A.V.I. opera da almeno 20 anni a Bahia Blanca, in Argentina, dove le diseguaglianze sociali sono veramente forti. Qui sono stati fatti diversi progetti di alfabetizzazione e lavoro rivolti principalmente a giovani e donne. A chiusura dell’intervento, il Vicepresidente De Laurentiis ha parlato del viaggio fatto dall’Ente in Ucraina, nel marzo del 2022, per la consegna di medicinali, cibo e beni di prima necessità ai rifugiati di guerra, asserendo che la cosa che più di tutto mina la sostenibilità di ogni tipo e crea diseguaglianza è proprio la guerra.

Notizie dal MODAVI

Cordoglio del Modavi per la scomparsa di Claudia Fiaschi

Apprendiamo, con profondo dispiacere, della prematura scomparsa di Claudia Fiaschi, vicepresidente Nazionale di Confcooperative e già portavoce del Forum del terzo settore. Donna di spessore e professionista appassionata e lungimirante, lascia un vuoto importante nel settore dopo 40 anni di attività. Persona corretta e irreprensibile, a colpire, per chi ha avuto il piacere di conoscerla, non solo le doti professionali, ma soprattutto quelle umane, in grado di stabilire rapporti interpersonali importanti e duraturi. Il Presidente e tutta le rete MO.D.A.V.I. si stringe attorno alla famiglia in un caloroso e sentito abbraccio.

Comunicati Stampa

Il Movimento delle Associazioni di Volontariato Italiano presenta i risultati di due progetti

Roma – Inclusione e valorizzazione, sono questi i punti cardine di cui si è discusso questa mattina presso la sala stampa della Camera dei Deputati, dove alle 10:00, si è tenuta la conferenza conclusiva dei progetti Kosh Amadid!: Azioni di orientamento, formazione, informazione e inclusione per migranti afghani e Nova Nadiya: accoglienza e inclusione per i rifugiati ucraini, realizzati con il contributo POR FSE Lazio 2014/2020 e coordinati da MODAVI APS-RA. Entrambi i programmi, destinati a giovani provenienti da territori difficili, hanno visto l’impiego di forze per il raggiungimento di obiettivi fondamentali, quali la formazione, l’orientamento e soprattutto l’inserimento sul nostro territorio. Individuazione di competenze professionali, formazione linguistica, supporto sanitario e psicologico, sono alcuni degli step trattati durante gli ultimi mesi da formatori e specialisti a supporto di migranti in cerca del proprio “posto nel mondo”, come ha ben spiegato nel suo intervento Luca Colonna, referente delle progettualità. “Molti dei valori cari al MODAVI sono presenti in questi due progetti” – afferma il Presidente del MODAVI Francesco Piemonte – “Quelli presentati questa mattina sono i risultati di progettualità molto lunghe, ma anche estremamente formative, necessarie per una visione dell’accoglienza concreta e costruttiva”. A fare gli onori di casa l’Onorevole Paolo Trancassini “Soprattutto, oggi, in questo difficile contesto internazionale il lavoro di Modavi acquista un valore ancora più incisivo, diventando un modello che raggiunge risultati e riesce a fornire risposte concrete. Ritengo che sia giusto valorizzare e sostenere l’attività che la vostra associazione svolge come punto di riferimento da cui dobbiamo trarre ispirazione oltre che insegnamento in maniera trasversale, superando le divisioni politiche”. A prendere la parola è stato, poi, l’Onorevole Andrea Casu “ “Benvenuti” e “nuova speranza”, il nome stesso dei progetti rivela il volto migliore dell’Italia e dell’Europa capace di sviluppare sul territorio progetti di accoglienza e partecipazione per accompagnare chi fugge dalla guerra nell’inclusione nelle comunità. Nel rivendicare l’importanza di questi percorsi sociali e istituzionali non possiamo voltarci dall’altra parte rispetto alla tragedia che avviene ogni giorno nel Mediterraneo con 61 morti, anche nella giornata di ieri, senza nessun intervento per salvarli”. A trarre le conclusioni il Dott. Paolo Giuntarelli, Dirigente dell’Area Predisposizione degli Interventi della D.R. Istruzione, Formazione e Lavoro Regione Lazio “Purtroppo le emergenze non finiscono nel nostro mondo e noi dobbiamo farci carico delle grida di dolore che provengono da ogni dove. C’è volontà da parte dell’amministrazione regionale, a tal proposito, di prendere contatto con tutti gli enti di terzo settore, che conoscono bene le situazioni di difficoltà che ci sono in giro, vivendole in prima persona”.

Notizie dal MODAVI

Francesco Piemonte è il nuovo Presidente di MO.D.A.V.I.

Francesco Piemonte, 41 anni, salernitano ed esperto in politiche europee e giovanili, già componente delconsiglio nazionale e presidente regionale della Campania nella passata gestione, il nuovo Presidentenazionale del Movimento delle Associazioni di Volontariato Italiano (MODAVI – APS RA). L’assembleanazionale dell’Ente di Terzo Settore ha proceduto il 31 ottobre 2023 all’elezione di Piemonte che succedenell’incarico a Mario Pozzi. “Il MODAVI è la casa di tutti quelli che credono nei valori dell’educazione comefondamenta della collettività. Il Terzo Settore, insieme a famiglia e scuola, è parte di quella comunitàeducante che deve sempre più orientare le future generazioni a sani e corretti stili di vita. – Ha dichiarato ilnuovo presidente – Saremo pronti a cogliere le sfide che sempre più minano le fondamenta della nostrasocietà per educare i cittadini di domani”. Bio breve Francesco Piemonte, esperto in politiche pubbliche ed europee, salernitano, 41 anni, è sposato con Michelae padre di Matteo e Sveva. È laureato in Comunicazione pubblica, sociale e politica nel 2008 pressol’Università di Bologna. Esperto nel campo dei finanziamenti europei, è stato formatore per istituzioninazionali ed europee, consulente per Deloitte Italia per l’implementazione dei Masterplan dedicati allepolitiche del lavoro, attualmente è Docente a contratto presso l’Università degli Studi di Salerno,Responsabile dello EUROPE DIRECT Salerno e Direttore dell’Informagiovani Salerno. Attivo da sempre nelmondo del Terzo Settore e del volontariato, ad oggi è Presidente di Moby Dick ETS e del MO.D.A.V.I.Campania. Sin da bambino ha frequentato lo scoutismo cattolico, per poi dedicarsi all’arbitraggio perl’A.I.A. – F.I.G.C., è stato volontario per il Servizio Civile Nazionale e ha partecipato in qualità di volontario anumerose iniziative nel campo della beneficenza. Il 31/10/2023 viene eletto, per acclamazione, Presidentedel MO.D.A.V.I APS-RA nazionale

Torna in alto