Comunicato Stampa

MAFIA CAPITALE, BELLUCCI: SENATO REINTRODUCA AUTHORITY TERZO SETTORE

 

A seguito degli scandali dell’inchiesta “Mafia Capitale”, esprimo tutta la mia amarezza ed indignazione nei confronti di chi specula e si arricchisce a discapito del diritto alla difesa e alla tutela dei più deboli: minori, anziani, disabili, tossicodipendenti e immigrati.

Nei prossimi giorni riprenderà la discussione sulla Riforma del Terzo Settore al Senato, rilanciamo con forza l’idea di istituire un’Authority Nazionale del Terzo Settore che assolva a funzioni di controllo e monitoraggio degli interventi, in maniera efficace e concreta. In un momento in cui i cittadini chiedono responsabilità e trasparenza, rimaniamo basiti dall’inspiegabile scelta del Governo che ha portato alla cancellazione dell’Authority durante l’iter dei lavori alla Camera.

Inoltre, chiediamo alle Istituzioni l’introduzione di uno specifico Codice degli Appalti per i servizi sociali, culturali e ricreativi, al fine di prevedere sempre procedure ad evidenza pubblica, così da garantire trasparenza e affidabilità mediante criteri di aggiudicazione quali-quantitativi oggettivi, in luogo di valutazioni troppo spesso lasciate al libero e soggettivo giudizio personale, non sempre volto alla tutela dell’interesse pubblico.

Il Terzo Settore è un immenso patrimonio composto da oltre 300.000 tra Organizzazioni di Volontariato, Associazioni di Promozione Sociale e Cooperative Sociali, 5 milioni di volontari, 1 milione di operatori: non possiamo permettere che la cupidigia di pochi infanghi il lavoro e l’onestà di molti.

 

E’ quanto dichiara in una nota Maria Teresa Bellucci, Presidente Nazionale del MODAVI Onlus