Aderiamo all’appello per Norcia lanciato da IlGiornaleOFF, affinchè siano, quanto prima, rimossi i sigilli apposti dalla Procura, sul Centro Polivalente realizzato con i fondi raccolti durante le campagne di solidarietà post-sisma. Come previsto dall’ordinanza 389 del 28 agosto 2016 del Dipartimento di Protezione Civile Nazionale, tra le sue finalità, tale costruzione rappresenta un importante centro di aggregazione e di attività di pubblico interesse.
È fondamentale che uno spazio di utilità sociale, costruito a tempo di record, in piena emergenza sisma, per consentire ai cittadini e al consiglio comunale di Norcia, di riunirsi, di lavorare, di confrontarsi, di tenere vivo il vincolo di appartenenza di una comunità ai territori d’origine, torni nella disponibilità della popolazione, oggi sequestrato sulla base di una norma paesaggistica. Come volontari, impegnati fin dalle prime ore nell’emergenza del sisma che ha colpito il Centro Italia, siamo vicini ai cittadini di Norcia. Non staremo in silenzio, firmiamo l’appello del gruppo #CulturaIdentità e lo sosteniamo con convinzione, affinchè la città di San Benedetto si veda restituita nel più breve tempo possibile, la sua struttura.
Così in una nota, Emanuele Buffolano, Presidente Nazionale del MODAVI Protezione Civile e Consigliere Nazionale del Modavi Onlus.